Iscriviti alla nostra Newsletter     Seguici su Facebook 
Logo Tutto Bio

Cereali: risolvere la sensibilita' al frumento con il FARRO.

29
aprile 2015
Cereali: risolvere la sensibilita' al frumento con il FARRO.

Cereali: la sensibilita' al frumento.
Le reazioni avverse agli alimenti sono spesso chiamate con molti nomi diversi, tra cui ipersensibilita’ alimentare, intolleranza alimentare, allergia alimentare, e molti altri termini medici e non medici. Utilizzare tutti questi nomi non fa altro che’ aggiungere confusione nel gestire i problemi connessi al cibo. Cerchiamo di fare chiarezza.
La vera allergia alimentare e’ una reazione che coinvolge il sistema immunitario in cui il corpo vede il cibo come nocivo e produce anticorpi specifici (chiamati IgE) per combattere gli allergeni che si trovano in questi alimenti. Cio’ provoca il rilascio di istamina che produce i sintomi attraverso i quali riconosciamo la presenza di una reazione allergica. Per fortuna la vera allergia alimentare e’ in realtà piuttosto rara. Gli alimenti che piu’ frequentemente causano reazioni allergiche sono le arachidi, le noci (come mandorle e del Brasile), uova, latte, pesce, crostacei e sesamo.
L'intolleranza alimentare, invece, non e’ così netta ed e’ una zona più controversa. Le reazioni di intolleranza alimentare non coinvolgono gli IgE e i meccanismi non sono chiari ma e’ noto che spesso tali reazioni si presentano a distanza di diverse ore e, a volte fino a diversi giorni dopo aver mangiato il cibo incriminato. I sintomi causati da queste reazioni sono numerosi, ci colpiscono a livello intestinale con gonfiore, diarrea, costipazione, oltre che con problemi della pelle. Cibi diversi poi possono contemporaneamente creare intolleranze alimentari che complicano l’analisi e la determinazioni di quei alimenti che il nostro organismo non tollera piu’.
Entrando nello specifico vogliamo parlavi dei disturbi legati ai cereali ovviamente sottolineando la netta distinzione tra celiachia e sensibilita’ al frumento. La celiachia e’ un disordine metabolico irreversibile, che colpisce soprattutto soggetti geneticamente predisposti che sviluppano intolleranza al glutine. Il glutine e’ un complesso proteico che si trova in cereali quali il frumento, l'orzo, l'avena, il grano…, e solo tramite appositi test e’ possibile determinare se si e’ affetti dalla patologia: i sintomi della celiachia sono di diverso tipo (come diarree, coliche e dolori addominali…) e non sempre sono univoci e di facile interpretazione. Differente e’ il discorso quando parliamo sensibilita’ al frumento causata da un alimentazione monotona e poco varia come quella giornalmente composta da pasta, pane e prodotti contenenti farina di frumento. Fra i sintomi vi sono soprattutto cefalee, disturbi neurologici quali depressioni, attacchi di panico, stanchezza cronica, alterazioni comportamentali. Per guarire dalla sensibilita’ al frumento a’ importante eliminare tutti i prodotti contenenti farine raffinate e cercare di variare quanto piu’ possibile la nostra alimentazione quotidiana. A tal proposito vogliamo parlarvi di alcuni dei cereali più indicati per intraprendere questo percorso di guarigione ma soprattutto per prevenire la comparsa di tale sensibilita’.
Oggi Farro.
Il farro e’ uno dei piu’ antichi cereali che l'umanita’ conosca. Coltivato fin dal 5000 aC, il grano farro non e’ praticamente cambiato da quel tempo fino ad oggi. Il farro e’ stato anche indicato nella Bibbia e affonda le sue origini nelle regioni mesopotamiche del Medio Oriente. E’ l'integrita’ del farro rispetto al grano moderno che ha riacceso l'interesse di coloro che cercano un'alternativa piu’ nutriente ai chicchi altamente trasformati attualmente disponibili. In passato il farro e’ diventato meno popolare a causa della durezza della sua buccia esterna che lo ha reso difficile da elaborare per soddisfare le esigenze di produzione. Tuttavia, questa sua “durezza” lo protegge da parassiti e sostanze inquinanti aiutandolo a mantenere il suo valore nutrizionale alto. Ricco di fibre e di proteine e’ anche una buona fonte di vitamine del gruppo B. Proprio la caratteristica fondamentale di questo cereale che ne ha, in passato, causato l’allontanamento dalle produzioni intensive, e’ ora il punto di forza per chi non e’ piu’ in grado di tollerare i cereali moderni super raffinati. Esso puo’ essere utilizzato in molti modi; i vantaggi del suo consumo quotidiano sono da attribuirsi al fatto che esso offre un piu’ ampio spettro di principi nutrienti rispetto a molti dei suoi cugini piu’ moderni e quindi non sembra causare fastidio in molte persone che sono sensibili al grano. E’ una fonte eccellente di manganese, e una buona fonte di proteine, rame e zinco. La fibra di farro puo’ anche contribuire a ridurre i livelli di colesterolo totale e di LDL in quanto legandosi agli acidi biliari, ne’ limitano l’assorbimento, tramite l’eliminazione attraverso le feci. Inoltre ormai da tempo, la comunita’ scientifica e’ d’accordo sul fatto che utilizzare cereali non raffinati e ricchi di fibre sia un ottimo strumento per la riduzione del rischio di pressione alta e di scompenso cardiaco. Mangiare il farro, e’ un'idea particolarmente buona per le donne in postmenopausa con colesterolo alto, pressione alta o altri segni di malattia cardiovascolare. Dopo 3 anni di test, lo studio prospettico su oltre 200 signore in postmenopausa con malattia cardiovascolare, pubblicato sull’ Heart Journal , dimostra che le donne che hanno mangiato almeno 6 porzioni di cereali integrali ogni settimana hanno rallentato progressivamente il rischio di aterosclerosi con una minore progressione della stenosi. Il consumo costante di farro, puo’ aiutare le donne anche ad evitare i calcoli biliari, come dimostra uno studio pubblicato nel Journal of Gastroenterology .

 

 

 

  Notizie correlate
Come sostituire l' uovo Come sostituire l' uovo
Molti hanno scelto di non utilizzare più le uova per vari motivi. Uno è quello legato alla sua composizione, visto che circa il 70% delle calorie proviene dai grassi e contiene molto colesterolo, circa 200 milligrammi per un uovo di medie dimensioni. Altri,come i vegani, sono fermamente convinte che non si debba utilizzare nessun componente animale o derivato per potersi nutrire; ...continua
Gusto dolce, gusto naturale: LA STEVIA Gusto dolce, gusto naturale: LA STEVIA
La predilezione per il dolce è innata al punto da usare dolcificanti artificiali per sostituire lo zucchero, accusato di favorire diverse malattie, tra cui sovrappeso e obesità. Ma i dubbi nei confronti di queste sostanze sono sempre più numerosi. Proviamo a fare un pò di chiarezza tra gli edulcoranti artificiali e quelli naturali. Gli edulcoranti artificiali, che com...continua
Mangia bene....sarai intelligente Mangia bene....sarai intelligente
Alcuni specialisti in medicina sociale del'Università di Bristol hanno studiato lo sviluppo dell'intelligenza di 4.000 bambini. Quando i bambini avevano tre anni, i genitori hanno annotato scrupolosamente la loro alimentazione. A 8 anni e mezzo i ricercatori hanno valutato l'intelligenza dei bambini: quanti più alimenti trasformati industriamlente, quanti più prodotti pronti c...continua
Giu' il colesterolo con i semi oleosi : semi di sesamo Giu' il colesterolo con i semi oleosi : semi di sesamo
Giù il colesterolo con i semi oleosi. Viaggio alla scoperta di questi fantastici alleati per la nostra salute. Mangiare regolarmente semi di zucca, di lino, di sesamo e di girasole oltre a noci, mandorle, nocciole e in generale la frutta secca oleosa, riduce il livello di colesterolo e trigliceridi abbassando del 30-40% il rischio di infarto cardiaco. Uno studio pubblicato su Archives of i...continua
Amaranto in cucina Amaranto in cucina
Chi è interessato a seguire un’alimentazione varia e salutare, dovrebbe ruotare il consumo di cereali alternando, farro, orzo, riso, kamut, amaranto, quinoa, e così via, in modo da assumere i diversi nutrimenti e allo stesso tempo regolare l’intestino. Partiamo dall’amaranto. L’amaranto, ancora poco conosciuto, è un seme particolare, anzi di più...continua
Tutte le Notizie
Commenti per Cereali: risolvere la sensibilita' al frumento con il FARRO.
© 2012 - Tuttobio - Alimenti Biologici e cosmesi naturale | P.IVA 04454580756 - Link utili